human resources science
human resources science
Reverse logo Mobile menu

HR Marketing

Come attrarre i talenti giusti in poco tempo grazie alle strategie di Marketing applicate all'HR.

In questa pagina

Le tecniche di Marketing da cui prendere ispirazione per innovare le tue strategie HR.

I processi HR più lungimiranti prendono esempio dal Marketing per le loro strategie di attraction e retention: come il Marketing sa attrarre i clienti propensi all'acquisto, così l'HR di oggi ha bisogno di azioni specifiche per intercettare i candidati giusti. Per una recruiting strategy di successo servono dati concreti su cui fondare le proprie scelte, un recruiting funnel con step ben definiti e un metodo scientifico con cui testare le azioni messe in campo.
Nei prossimi paragrafi mettiamo in luce come Marketing e Risorse Umane condividano le stesse logiche strategiche e ti forniamo gli strumenti che puoi prendere in prestito per portare in azienda i migliori talenti.

“ Quello che vedo dal mio osservatorio è questo: oggi è sempre più valida l’equazione candidato = cliente. È un gioco di corteggiamento che inizia nel momento in cui la persona in questione sente parlare dell’azienda per la prima volta. ”

Silvia Orlandini, People & Culture Manager Reverse

1) Introduzione. Candidato o Cliente?

Come i colleghi dell'area Sales sono in concorrenza quotidiana con altre aziende che propongono prodotti e servizi affini, così anche il reparto HR oggi è parte di una sfilata di imprese che offrono posizioni di lavoro simili e cercano di attrarre i migliori talenti. Fare propria questa premessa -e accettare che la situazione è molto diversa da come si muoveva il mercato del lavoro in passato- è la chiave per comprendere ciò che segue.

In questo scenario il candidato è sempre più paragonabile alla figura del cliente: è lui che compie una scelta di fronte alle diverse offerte che gli si propongono, e la compie in base a molteplici fattori che è indispensabile conoscere.

E qui si fa preziosa la collaborazione con il reparto Marketing che conosce bene le strategie per comprendere il proprio cliente, conoscere i suoi processi decisionali e proporgli le informazioni giuste, sul canale giusto, nel momento giusto. Qui di seguito trovi un approfondimento su questo tema:

  • B2C: Business to Candidate
  • B2C: Business to Candidate.

    Il ruolo del Marketing nel processo di attraction e retention.

    Le strategie di Marketing applicate alla costruzione della Candidate Journey. Tips e strumenti per la costruzione di un processo memorabile ed efficace.

    Le scelte di acquisto delle persone, così come quelle professionali, specialmente tra i Millenials e la Gen Z, sono indirizzate verso aziende che rispecchiano i loro valori e che credono nelle loro medesime cause.

    “ Dopo anni di esperienza nei processi di Headhunting ho acquisito la lucida consapevolezza che la selezione non è un affare di esclusivo appannaggio dell’area HR, ma dell'intera azienda. ”

    Silvia Orlandini, People & Culture Manager Reverse

    2) Attraction: impostare un piano efficace per attrarre talenti.

    Uno dei primi aspetti di cui ti parleranno i colleghi del Marketing è la brand awareness. Che il brand sia non solo conosciuto, non solo apprezzato, ma anche posizionato correttamente nella mente dei consumatori è uno dei loro principali obiettivi.

    Capirai velocemente che oggi il branding assume un ruolo centrale anche nell'attraction di nuovi talenti, che devono avere chiaro non solo che la tua azienda è un buon Employer ma anche quali caratteristiche ha e se quindi è il posto giusto per ognuno di loro (ottimizzare questo punto ti farà risparmiare moltissimo tempo poiché inizierai ad entrare in contatto solo con persone già in linea con il tuo approccio).

    Come concretizzare tutto ciò? Gli aspetti da gestire sono molti e non vogliamo in questa sede sottoporti un intero corso di Marketing, ma ti proponiamo due approfondimenti sui temi chiave: le Candidate Personas e l'HR Storytelling.

  • Candidate Personas
  • HR Storytelling
  • Candidate Personas.

    Il motivo per cui ogni reparto HR dovrebbe creare delle Candidate Personas è semplice: migliorano la Talent Acquisition.

    Le Candidate Personas sono la risposta alle domande che ogni azienda dovrebbe porsi prima di partire alla ricerca di un nuovo profilo: che caratteristiche ha la persona che stiamo cercando per questo ruolo? Che valori deve condividere?

    È la rappresentazione visuale del candidato tipo, a cui si danno anche nome e cognome per renderlo più reale. L'obiettivo è immaginarlo di fronte a noi quando scriviamo una job description, un annuncio di lavoro, una career page o quando diamo un brief alle società di Headhunting.

    HR Storytelling.

    Ne abbiamo parlato con Marco Russomando, HR Director di Illimity Bank.

    L'arte di raccontare l'azienda. Le storie d'impresa diventano uno strumento concreto per connettersi con l'emotività di dipendenti e candidati.

    “ Marketing, HR e Comunicazione sono un triangolo perfetto. Non possono agire l'uno senza l'altro quando si tratta di comunicazione interna o di una comunicazione esterna che riguarda le persone. ”

    Marco Russomando,
    HR Director Illimity

    “ In Reverse è sempre attivo un progetto di ottimizzazione dell'Employee Experience. Si fonda sul fatto che non ci si può fermare ad una buona Candidate Experience e alla Talent Attraction, quelli sono solo i primi pilastri. Bisogna migliorare anche tutti i processi interni che comprendono l’onboarding, la formazione, l’assessment, il performance management, il reward system e così via. ”

    Silvia Orlandini, People & Culture Manager Reverse

    3) Employee Retention: valorizzare il personale e renderlo felice.

    Se nel Marketing l'effort per trattenere un cliente è nettamente inferiore rispetto a quello richiesto per acquisirne uno nuovo, lo stesso si può dire delle Risorse Umane quando si parla di strategie per tenere sempre ingaggiate le proprie persone e abbassare il turnover.

    Per far sì che i talenti siano realmente soddisfatti del proprio ruolo e dell'ambiente in cui si trovano a lavorare, all'HR è richiesto di prevedere un piano concreto per valorizzarli, facendo da mediatore tra le loro richieste e le necessità dell'azienda.

    Gli aspetti su cui concentrarsi per costruire un piano di retention efficace sono molteplici, ma prima di qualsiasi intervento è importante aprirsi all'ascolto aprendo un canale di feedback costante e considerare la strategia come in continua evoluzione.

    I feedback digitali nel mondo HR.

    Come e perché inviare richieste di feedback a collaboratori e dipendenti.

    La richiesta di feedback è parte integrante del processo HR, da utilizzare per perfezionare la candidate experience, l'onboarding ma anche per comprendere le necessità delle proprie persone e scegliere soluzioni in modo oculato. La ricetta vincente per ottenere risposte complete alle tue survey è di inviare richieste di feedback costanti ma non troppo frequenti, motivate, personalizzate e digitali per poter raccogliere e analizzare il dato.

    “ Il feedback continuo è lo strumento più performante per dare continuità alle azioni di ogni singola persona nel gruppo di lavoro. ”

    Anna Valenti,
    Delivery Manager Reverse

    Remote Employee Engagement.

    11 attività da sperimentare per mantenere alto il coinvolgimento dei lavoratori da remoto.

    La gestione dei remote workers è diventato uno dei temi più dibattuti nel mondo HR. Le aziende devono trovare il modo migliore perché i propri collaboratori da remoto non perdano l'entusiasmo e, di conseguenza, non abbassino la loro produttività. Le parole chiave per per ottenere ciò sono tre: tecnologia, comunicazione, coinvolgimento.

    “ Il talento è la risorsa più preziosa di ogni azienda e la necessità di ripensare l'approccio utilizzato per valorizzarlo e trattenerlo non è mai stata così impellente. ”

    Alessandro Raguseo,
    CEO Reverse

    Le persone analizzano senza sconti l’aderenza di un’azienda ai valori che promuove come propri: non vale fare il cosiddetto brandwashing (ossia accostarsi a un tema etico solo per guadagnare punti agli occhi dei potenziali clienti), ma è necessario dimostrare di credere davvero in quello che si comunica, con costanza e continuità.

    “ La cosa più importante che un'azienda possa fare è essere mostruosamente autentica, equipaggiando i dipendenti con gli elementi giusti. In questo modo i collaboratori non dovranno essere nominati brand ambassador, ma si sentiranno brand ambassador. ”

    Marco Russomando, HR Director Illimity

    4) Brand Ambassador: da manager a influencer.

    Il ruolo dei CEO e delle figure chiave delle aziende -tra cui certamente sta anche l'HR Manager-, è sempre più quello di prendere posizione su temi specifici e raccontare la propria visione della società e del lavoro.

    Sono soprattutto i giovani a ricercare questo aspetto nei propri leader, in maniera sempre più decisa e quindi non trascurabile.

    Ma saper comunicare la propria immagine in modo convincente per posizionarsi con autorevolezza non è un'impresa semplice, e l'HR può essere di grande aiuto ai colleghi -e quindi all'azienda- se si struttura per avviare un percorso di personal branding delle figure apicali.

    Ecco un approfondimento su come impostare una strategia di personal branding efficace:

    Personal Branding per l'HR.

    Perché è importante curare la reputazione delle figure chiave di un’azienda (e come farlo).

    Le piattaforme social sono uno spazio di conversazione e confronto, con potenzialità interessanti soprattutto per CEO e manager che vogliono affermare la propria reputazione e ampliare l’audience, per questo è necessario curare l’attività sulle varie piattaforme in modo strategico mediante alcuni precisi passaggi.

    Il personal branding è un’attività che dipende molto più dal personal che dal branding. Le persone possono avere attitudine a raccontare quello che fanno, ma sicuramente serve anche competenza. Si narra una competenza, non si narra e basta.

    “ In contesti altamente concorrenziali, avere una strategia di base che faccia conoscere il workplace e gli elementi distintivi dell'azienda rispetto ai competitor facilita il reperimento di talenti e candidature, ottimizzando l'intero processo di Recruiting. ”

    Valentina Mainetti, Wellbeing Employer Branding & Talent Acquisition Coordinator Fastweb

    5) Employer Branding: un approfondimento.

    “ Ti serve una strategia di Employer Branding ben strutturata ”: questo è quello che ci sentiamo dire in ogni corso e che leggiamo in ogni articolo riguardo la ricerca di talenti. Ma quello che ci chiediamo poi è sempre: come costruisco una strategia di Employer Branding corretta, completa e di successo?

    Partiamo dall'inizio. L'Employer Branding è un ramo del Marketing strategico rivolto all'acquisizione non di clienti ma di talenti, e alla loro retention. Il suo scopo è creare il terreno fertile per rendere l'azienda attrattiva agli occhi del mercato del lavoro.

    Qui di seguito trovi il racconto di Fastweb sulla loro esperienza e le loro iniziative di Employer Branding:

    Employer Branding.

    Ne abbiamo parlato con Valentina Mainetti e Elisabetta Boldrini, rispettivamente Wellbeing Employer Branding & Talent Acquisition Coordinator e Recruiting & Employer Branding Professional di Fastweb.

    Una tematica che racchiude in modo trasversale tutte le dinamiche che riguardano l'organizzazione. L'esperienza di Fastweb e la sua strategia di Employer Branding Purpose Driven.

    “ Comunicare il purpose aziendale ai profili target è uno degli aspetti principali del fare Recruiting. Oggi i giovani ricercano nell'azienda in cui andare una coerenza di valori rispetto a quelle che sono le loro convinzioni personali. ”

    Elisabetta Boldrini,
    Employer Branding & Professional Fastweb

    Ora che sai tutto del Marketing per l'HR, ti lasciamo con il nostro percorso dedicato all'Employer Branding.

    Allineare la tua strategia di Employer Branding al mercato del lavoro. Se vuoi saperne di più su questo argomento, compila il form per iscriverti ad un ciclo di 5 email settimanali.

    Al suo interno troverai:

    • Un webinar dedicato all'Employee Experience
    • 7 e-book di approfondimento
    • Un'intervista ad Augusto Raggi, Head of Enel X Italy
    • E molto altro...

    HR Trend: iscriviti alla nostra newsletter
    per conoscere oggi i trend di domani.

    Affidaci una selezione
    Headhunting
    Discover
    Candidate Experience Next Diventa Reverser
    Risorse per l'HR
    Contattaci
    IT   EN   DE   FR